Le bacche di ginepro hanno un gusto dolce ed aromatico. Contengono gineprina, zucchero, resina, acetato di potassio e di calcio. Sono di forma sferica grosse quanto un pisello, di colore verde, mentre giunte a maturazione diventano di colore nero-azzurro con dei riflessi color argento. Oltre ad essere l'ingrediente principale del liquore Gin viene utilizzato il suo olio essenziale per le molteplici proprietà. I frutti del Juniperus Communis sono le bacche.

Come si usano le bacche di ginepro In cucina

 

le bacche di ginepro vengono usate generalmente nella preparazione di pietanze a base di carne come la selvaggina. Si sposa ottimamente con ripieni a base di castagne e frutta e con le verdure della famiglia del cavolo. Essendo una spezia piuttosto forte è consigliabile usare non più di 6-7 bacche per volta. Vengono usate anche per affumicare i salumi ed in particolar modo il prosciutto. In Trentino Alto Adige, il suo uso è particolarmente apprezzato non solo per dare sapore a patate e crauti, ma anche per affumicare alcuni dei prodotti tipici della regione quale lo speck, la carne fumada e la Mortandela. Il ginepro viene impiegato anche nella cottura del pesce al cartoccio. Le bacche di ginepro vengono di solito frantumate prima dell'uso, ma si possono anche usare intere nella preparazione di un brodo.

GINEPRO IN BACCHE G 35

€ 2,80Prezzo